25.7.07

Slamball



Da qualche settimana su italia 1 è sbarcato un nuovo sport, slamball!
Praticamente basket, ma sotto ai canestri ci sono quattro tappeti elastici, in pratica la cosiddetta americanata! Il che significa evoluzioni, salti a 4 metri d'altezza, schiacciate, schiacciate, schiacciate... Sembra di rivedere gli spettacoli di Gardaland coi baskettari che facevano canestro dopo i salti mortali o altre funambolerie varie, insomma il magico mondo dei tappeti elastici...Mi ricordo ancora, divertimento assoluto per 10 minuti, poi crick e crock di caviglie e ginocchia per i minuti successivi, e in allegato la sensazione angosciante di non riuscire più a saltare! Per cui non ho ancora capito come questi possano saltare sul parquet e ogni due secondi prendere lo slancio sui trampolini atterrando sempre scomposti senza non farsi niente... Li chiameremo uomini gomma o uomini boing-boing! Tra l'altro sono ovviamente quasi tutti neri, e tengono in mano la palla da basket come se fosse per noi normali un'arancia. Mi sono "documentata" su wikipedia, riesce incredibilmente a farlo sembrare uno sport serio!
Per i primi due giorni in cui l'ho guardato (peccato che al leggendario Dan Peterson abbiano affiancato l'odioso Giacomo Valenti) ho provato divertimento viscerale, poi effettivamente diventa routinario, anche perchè le azioni durano mediamente tre secondi per cui il rischio di ripetitività è concreto. Però ringrazio l'inventore di questa "disciplina" (è Mason Gordon, gioca nei Diablos), perchè spero che questa cosa macera-ginocchia (c'è da dire che hanno le ginocchiere, ma non so quanto possano essere utili) arrivi presto in Italia, magari in riviera, per consentire a noi tutti poveri mortali schiacciate da capogiro!

2 comments:

lale said...

Mi ricorda vagamente il beach soccer, dove complice l'irregolarità dei rimbalzi: le rovesciate,i tiri al volo,i tuffi, le catapulte infernali si sprecano.
Tutto molto spettacolare, anche perchè il campo e le porte sono molto grandi, e di conseguenza si fanno migliaia di gol a partita
Nelle poche sfide che ho visto in TV, il commento non era affidato alla spassosa simpatia di Giacomo Ciccio Valenti.
Sarà per questo che non ho cambiato canale?!

Luca said...

E pensare che prima parlavo di funamboli e di finzioni americane stile wrestling! Sto diventando sensitivo! Ma cos'è sta cosa? La danno in tv? Bacio