7.10.07

Ginnastica artistica

Sport della settimana: ginnastica artistica.

Ricordo ancora l'oro olimpico di Chechi agli anelli, così come l'ultimo suo bronzo ad Atene e l'oro di Cassina alla sbarra.
Adesso poi i colori italiani sono difesi al femminile da Vanessa Ferrari. Ovviamente dominano la Cina e gli Stati dell'est europeo, anche gli USA e l'Italia però fan la loro parte!
Per le donne ci sono 4 specialità: volteggio, parallele asimmetriche, trave, corpo libero.
Per gli uomini invece sono 6: cavallo con maniglie, anelli, volteggio, parallele simmetriche, sbarra, corpo libero.
A me della ginnastica fanno impressione i sacrifici che devono fare queste ragazzine.
Quando Vanessa Ferrari aveva vinto l'oro mondiale ricordo un'intervista alla sua allenatrice in palestra. Lì c'era anche la sua compagna di allenamenti: era col gesso perchè si era rotta il braccio, e nonostante questo si allenava 4 ore al giorno. Sono totalmente contraria a queste forzature, soprattutto perchè riguardano una ragazzina. Ai bambini e ai ragazzi bisogna insegnare la salute, i genitori (a volte negli sport individuali fanno una pressione incredibile sui figli) dovrebbero imporsi, ma chissà che dinamiche ci sono...
Poi sono un pò impressionanti i bicipiti degli atleti, che sembrano meloni, ma questa è un'altra storia!


5 comments:

Luca said...

Ricordo l'oro di Chechi ad Atlanta.Cavolo ero davanti alla tele con mia madre. Commentatore Allessandro Fusco, teatro di gara il superdome di Atlanta. CHE EMOZIONE! Confesso che rivedere Yuri Chechi come sciamano e guru metropolitano a Torino dieci anni dopo, mi ha fatto una certa impressione. Impressione, o meglio, emozione pura. Come dimenticare poi il bronzo di Atene e l'oro di Cassina col suo movimento riconosciuto dal Cio.Bello, bello, bello. COntrario, anzi contrarissimo a certe forzature, magari spinte da genitori repressi. Un bacio!

Luca said...

Noooooo trattasi di Andrea Fusco. Ho controllato ora. Alessandro Fusco NON ESISTE! :-))))))))))))))

Sar@ said...

Sì, il movimento Cassina! Dev'essere un doppio giro con avvitamento, ma non ricordo bene!
Sì è Andrea Fusco!

Anonymous said...

da piola---beh.....io sn una fan di vany-!!! meno male k ci siete voi

Anonymous said...

Non sono forzature..è libera scelta delle atlete e degli atleti. Anche io mi sono allenata con la caviglia rotta, ma è scelta tua. Sai che se non ti alleni, perdi tutto quello che hai raggiunto..e nessuno lo vuole. Perchè per raggiungere certi obiettivi ci vuole molto sacrificio, questo è vero..anche se è sacrificio fatto volentieri e col sorriso. Nessuno è obbligato a fare sport, nè tantomeno a essere un agonista. E' una scelta di vita, anche se fatta da giovani.

LaG