9.9.07

V-Day



Buongiooorno!!
Intanto grazie Dani per avermi fornito linea internet!
Poi, prima di parlare di qualsiasi sport (sono anche cominciati gli europei di pallavolo), vi vorrei raccontare il mio v-day. Ieri siamo andate con Dani in piazza Maggiore, a Bologna. Era gremita, lei e tutte le vie intorno, eravamo 200mila. Ha cominciato Beppe Grillo, non ero mai andata a vedere un suo spettacolo, anche perchè non posso più considerarlo un comico satirico. Comico sì, satirico no. Ma per una semplice ragione: la satira va per antonomasia contro il potere, e per cui non ne vuole assumere troppo. A Beppe Grillo, invece, fa comodo, perchè senza gente che lo segue non potrebbe organizzare queste iniziative. Ho sempre avuto un pò paura della sua "demagogia", cioè il voler attirare le persone a se senza renderle totalmente libere di pensare con la propria testa. Il che è comunque pericoloso, perchè sfrutta alla fine il meccanismo dell'odierna informazione politica, anche se il fine è diametralmente opposto.
Ma adesso la posta in gioco è troppo alta, non si può rinunciare per una perplessità come la mia quando in bilico è il futuro del nostro paese, non si può cedere ai pregiudizi (ad esempio molti sono ancora convinti che Beppe Grillo sia fortemente di sinistra, in realtà in questo è assolutamente coerente: critica chiunque non rispetti le regole o non sia competente) quando l'Italia va a sfracelli. Quindi ieri ero quasi totalmente convinta, e un pò curiosa, una curiosità quasi infantile, ma mi sono detta: se gente "curiosa" va a fare le gite verso i paesini in cui si svolgono crimini agghiaccianti pubblicizzati ad hoc dai nostri "TG" perchè non posso andare a vedere cosa succede lì? E allora sono arrivata, e il colpo d'occhio è stato incredibile, non avevo mai visto la piazza così piena. La cosa che temevo è che la gente portasse bandiere di partiti di sinistra, perchè lo spirito di questa manifestazione era protestare contro tutta l'oligarchia politica... Ma in realtà ce n'era solo una, che Grillo ha fortunatamente chiesto di togliere.
E' stata la più grande manifestazione di democrazia alla quale ho mai partecipato, devo dire che per la prima volta in questi ultimi anni mi son sentita fiera di essere italiana, perchè ho visto tanti ragazzi come me, ma anche persone di tutte le età, capaci di ascoltare tutti gli interventi, capaci di ragionare, ma pronte ogni tanto a esclamare un sonoro VAFFANCULO! E per la prima volta il rumore caotico e disordinato di Bologna si è trasformato nel brusio così romantico e ricco d'idee che c'è nei teatri prima degli spettacoli. E per la prima volta NESSUNO ha alzato un dito, nessuno è uscito dalle righe (a parte quella triste bandiera tolta dopo dieci minuti), anche i poliziotti erano interessati e tutto sommato rilassati.
A tratti è stato anche commovente, come quando sono arrivati i rappresentanti dei ragazzi di Locri, mi han fatto impressione perchè son ragazzi come me che devono affrontare problemi enormi, che non sono precari solo sul lavoro come altri miei coetanei ma anche "nella vita", nel senso che con la battaglia che portano avanti rischiano veramente.
CHIUNQUE sia intervenuto ieri sapeva esattamente cosa stava dicendo, parlava di cose concrete in modo efficace e competente.
Poi un altro momento commovente è stato coi signori Aldrovandi, genitori di un ragazzo ucciso da quattro poliziotti. Oltre alla loro storia, mi ha colpito il fatto che nei comprensibili momenti di debolezza della mamma, in 200mila hanno misurato gli applausi, per non farla crollare del tutto. Questo a testimonianza del fatto che tutti ascoltassero, e che soprattutto tutti fossero realmente sensibili e misurati.
Poi ha parlato l'architetto Majowieky, docente a Venezia, e mi son detta "spero che anche mia sorella possa avere professori così!!". Lui ha semplicemente mostrato foto agghiaccianti di "palazzi" improponibili...Provate ad esempio ad andare in una qualsiasi cantina, ci saranno scatoloni impilati male, ingrandite il tutto, aggiungete un pò di colla vinilica, FATTO? Ok, avete costruito il palazzo più all'avanguardia del mondo! Questo è un anti-art attack!!

La cosa più bella in assoluto è che ANCHE GLI APPLAUSI ERANO DEMOCRATICI! Qualsiasi persona parlasse, anche se poco conosciuta, riceveva applausi fragorosi se diceva qualcosa di toccante o interessante!
Poi è toccato ai Giornalisti, quelli con la G maiuscola, quelli che fan le inchieste vere e che sono per questo etichettati come reazionari, son stati fantastici, hanno regalato anche risate! Poi ovazioni per la grande Sabina Guzzanti, anche lei ha parlato di informazione, o meglio dell'informazione che manca...
Peccato che siano saltati alcuni collegamenti, soprattutto quello con Gino Strada, Beppe ogni volta diceva: "colpa di Telecom! Vaffanculo!".
Insomma una gran festa, certo poi nella vita di tutti i giorni bisogna impegnarsi perchè cambi veramente qualcosa, bisogna render tutto questo utile, bisogna riprendersi a piccoli passi la nostra democrazia che i nostri nonni han conquistato a suon di guerre e fame!
Son tornata a casa, al tg5 han fatto parlare Prodi,che diceva cose senza senso tipo: va bene la riforma elettorale, ma non si va a votare. Gli vorrei ricordare che era nel loro mastodontico programma questa promessa, speriamo che il ministro per l'attuazione del programma (si, esiste anche lui, è un certo Sant'Agata) glielo ricordi. E poi facevano parlare Berlusconi, che ha detto che questa sinistra non porta avanti il paese e bisogna andare a votare. Su una cosa sono d'accordo...Quasi quasi la legge elettorale va lasciata così! E noi con tutte le nostre firme la cambieremo, pappappero!!

Vi lascio con l'illuminante pagina di televideo: "V-Day. V, nella versione più edulcorata, sta per vendetta, in quella più "colorita" (era veramente tra virgolette) sta per vaffa...
Grillo ha cominciato la sua arringa prendendosela con i politici condannati, la manifestazione è stata all'insegna dell'iniziativa "parlamento pulito", una legge popolare con tre punti: cacciare dal parlamento i condannati in via definitiva, eleggibilità per due legislature con effetto retroattivo, votazione diretta da parte dei cittadini dei politici."
Sono tre cose basilari per una qualsiasi democrazia. Vorrei dire a televideo che la manifestazione si è svolta all'insegna del VAFFANCULO! Verso la vostra “informazione!”

15 comments:

silvia said...

ciao,
girovagando x la rete in cerca di informazioni per le olimpiadi di pechino 2008 sono arrivata sul tuo blog..
tra pochi giorni avevo intenzione di inoltrare la domanda (al link https://reg.volunteers.beijing2008.cn/ovs5_en.html se non sbaglio..) anche se non ho ben kiara l'idea su ke kosa i volontari devono fare!!! anke sul sito ufficiale non dicono poi molto..
la mia idea è quella di magari andare la x fare un'esperienza e imparare meglio il cinese (studio cinese a bologna) quindi insomma non mi farebbe proprio schifo x niente andarci!!
potresti illumiarmi se hai le idee + kiare di me?
:)
silvia

*Annina* said...

sorellina mia.....io l'ho sempre detto...se per un benche minimo momento mi passasse anche sono per l'anticamera del cervello l'idea di un progetto cosi decadente e brutto...per favore...entra nella bolla e scoppiala!!!!ihihih....io faro come l'ikea...IMmobili stupendi, Ecologici, funzionali ed ECONOMICI!!!
complimenti per l'intervento!!!brava sorellina!!!
bacione...

lale said...

...ma se una persona è veramente valida, perchè impedirle di ricandidarsi dopo due legislature?
...non solo... perchè impedire a me di votarla?

Sar@ said...

Ciao Silvia!
Dunque i volontari sono 100mila, quindi considera che hanno i compiti più svariati: da quelli che portano i cesti con i vestiti degli atleti, a quelli che nelle maratone sono lungo il percorso...Poi ci sono compiti specifici come aiuto medico, sorveglianza...Sul sito http://en.beijing.cn/volunteers ci sono tutte le informazioni del caso. Quando compili la richiesta devi avere già il passaporto perchè ti chiedono il codice, e fallo quanto prima perchè credo badino anche all'ordine di arrivo delle richieste. Se è solo per imparare il cinese, ti consiglio di andar là per studiare coi progetti dell'università, considera che si lavorerà per portare avanti questo progetto olimpico!
Comunque, nella sezione "profilo" c'è la mia mail se vuoi altre informazioni... Ma studi cinese all'università? A bologna c'è qualche corso di cinese non universitario efficace e economico?
Ciao!

Sar@ said...

Ma mitica!! Io so che non farai cose del genere, la tua sarà pura arte! Ciaooooo!!!!

Sar@ said...

Ciao Lale!!
Così come si fa con i sindaci dopo due legislature il parlamentare ha finito il suo lavoro lì. Per me si può anche mettere il tetto a tre legislature...L'importante è evitare quello che sta accadendo adeso, cioè leader di 70 anni preoccupati più del loro posto che di altro...In fondo anche con le leggi si potrebbe fare il discorso: ma io sono onesto, perchè c'è questa regola restrittiva? Per tutelare l'onesto e lo stato da chi si comporta diversamente! E poi è una legge fondamentale anche per quello che rappresenta, in questo caso esser troppo puntigliosi non va a nostro vantaggio!!

lale said...

Ciao Sara,
generalmente i sindaci finito il secondo mandato te li ritrovi in giunta o in regione….ma non è certo questo il punto
io non sono così sicuro che rinnovando l’intero parlamento ogni due (o tre) legislature si avrebbero tra i banchi di Camera e Senato parlamentari più onesti , più validi e più svegli. Perché Grillo è così convinto di questo?

Grillo sostiene che di ha condanne definitive alle spalle non debba più sedere in parlamento… sarebbe giusto entrare nel merito di ogni singolo reato….in caso contrario si rischierebbe di equiparare chi è stato condannato per associazione mafiosa o tangenti con chi ha commesso reati assai meno gravi, come nell’esempio che si faceva ieri a “Viva l’Italia” di un operaio condannato per aver occupato per protesta la fabbrica in cui lavora.

Poi come al solito Grillo ha tirato fuori gli architetti pazzi, la Telecom ,Gino Strada, lui che è solo un comico e non vuole fare politica….si vabbè…. Tutto materiale molto divertente e interessante.

Forse ha voluto fare il suo solito minestrone demagogic-mediatic-qualunquist-polulista, dicendo tutto il contrario di tutto, ma rimanendo approssimativo su praticamente tutto.


…e poi lo sai quanto mi fa ridere Grillo.

Luca said...

Molto del mio pensiero l'ho sintetizzato nell'articolo/post. Io credo che Grilo in questo perido riceva molto consenso più per demerito degli stessi politici che per merito suo. La validità del V-day è una validità transitoria, contingente, che deve confrontarsi con i contenuti veri e propri e con la capacità di reggere in futuro a livello pratico e intellettuale. Io credo che Grillo debba trasformare questo primo consenso in qualcosa di più maturo, altrimenti rimarrà così com'è: un valido comico prestato all'antipolitica di palazzo. Stento quindi a vedere con l'andare del tempo, un Grillo non inquadrato in qualche sbocco politico/partitico. Purtroppo il sistema lo rende imprescindibile, a dispetto della sua stessa volontà. Per ora però, iniziative del genere, organizzate in questo modo, a lui vanno più che bene e hanno il compito di aprire una qualche strada. Quale, resta da capire.
P.s. Detto ciò, anche se non ho aderito al V-day, trovo che sia una manifestazione che rompe validamente certi schemi mentali/psicologici all'interno del politico di turno. Era ora!

lale said...

Grillo in politica? Naaaaaaaa

Troppo preso nel suo ruolo di smascheratore mascherato.
Troppo furbo per scendere in un campo, come quello della politica, dove il dialogo,la critica,il compromesso sono all'ordine del giorno.
In più Grillo ha una condannna definitiva per omicidio colposo....finirebbe nel volantino "Onorevoli wanted"....e sarebbe costretto a mandarsi a fare in culo da solo.

Anonymous said...

Lale si possono fare tutte le obiezioni del mondo sulla proposta di legge (ho guardato anch'io w l'italia, Bertinotti l'ha detto solo per pararsi il culo, e nessuna condanna è per occupazione di fabbrica o cose del genere!). E poi io ho parlato del v day non di Grillo, ho anche detto delle mie perplessità sul ruolo di Grillo. Come ho scritto sul blog di Luca,
ci sono due questioni di principio:
1) può star sulle balle che un satirico acquisti potere e sia demagogico quando la satira è contro il potere (anche il suo stesso potere) e una delle sue ambizioni è quella di far si che la gente pensi con la sua testa
2) l'italia va a rotoli, la politica va a rotoli, l'informazione va a rotoloni regina, bisogna far qualcosa. Il v day è stata l'unica iniziativa largamente condivisa e concreta al momento.
Si tratta semplicemente di scegliere quale "questione di principio" preferire, e poi, come al solito, ogni scelta è una rinuncia.
Io ho scelto di rinunciare alla cosa secondo me meno importante delle due. Mi dà solo fastidio che chiunque accusi questa manifestazione (te compreso) non c'era, quindi non sa che emozioni si sono vissute lì. E ti dico che è stato molto meno demagogico rispetto a quello che scrive nel blog, e che lui ha parlato poco, ha lasciato parlare gli esperti. E non sono diventata una fan di Grillo se è questo che ti spaventa, ma semplicemente è stata una piccola grande iniziativa. Piccola perchè come dice Luca certo non ci si può fermar qui, le cose concrete sono altre, ma grande perchè ha coinvolto un sacco di persone e perchè intanto abbiam fatto sentire la nostra voce! Cosa che mi sembra giustificata, anche date le squallide risposte da parte dei politici e dell'informazione.
E poi Grillo condannato per omicidio???
Sara

Anonymous said...

Ciao Luca! Hai certamente ragione! Se rimanesse una parentesi, questo dimostrebbe l'incapacità di pensare e progettare "a lungo termine". Per me Grillo non scenderà in politica, ma vorrei che ci organizzassimo per provare a cambiar qualcosa, indipendentemente da lui.
E comunque io volevo parlare di quello che ho vissuto quel pomeriggio, non proprio di Beppe, ma evidentemente il suo nome è una calamita!
Boh, spero solo che le cose cambino, sto pensando come fare, e comunque penso che la Democrazia sia un concetto destinato a esser superato con un altro sistema!
Sara

lale said...

Ciao Sara,
Mi parli delle emozioni del Vaffanculo day? Ho assistito anche io agli spettacoli di Grillo nei palazzetti , ho sentito le stesse emozioni e la stessa rabbia.…poi mi sono accorto della deriva populista che raggiungeva ogni suo spettacolo, ogni suo intervento, ogni suo post.
Altri movimenti ,altre piazze, altri eroi negli anni scorsi hanno avuto la stessa sete di giustizia…a volte questo si è trasformato in “Giustizialismo di piazza” .
Io credo che la crisi della politica si possa combattere solo con la politica stessa…sputarci sopra, come fa Grillo è fin troppo facile.

Ho criticato la legge popolare in due dei tre punti, perché la ritengo approssimativa ed ingiusta.
E’ vero che nessuno operaio con una condanna per aver occupato una fabbrica è presente in parlamento , ma questa legge gli impedirebbe di candidarsi.
In molti, ad esempio, appoggerebbero Grillo se decidesse di candidarsi, con questa legge non potrebbe farlo perché ha una condanna per omicidio colposo che risale al 1980. L’opinione dei suoi possibili elettori dovrebbe cambiare in base a questa condanna?
Sono critico anche sull’impossibilità di candidarsi alla terza legislatura….tu mi hai risposto di non essere puntiglioso….si ma si tratta di una proposta di legge popolare ..forse è necessario essere più precisi.


http://it.wikipedia.org/wiki/Beppe_Grillo

Nel 1980 è stato condannato con sentenza passata in giudicato per omicidio colposo ad un anno e tre mesi di carcere poiché giudicato responsabile della morte di due adulti e del loro bambino a seguito di un incidente d'auto nel quale lui era alla guida.[

Sar@ said...

Non ti ho detto di non essere puntiglioso, ti ho chiesto di guardare al di là di questi tre punti. Ti ho chiesto di non pensare solo a Grillo ma di quello che si è vissuto lì. E io non sono mai andata a un suo spettacolo e non intendo neanche farlo perchè non spendo soldi per sentirmi dire "devi fare questo e quello, partecipa a questa petizione, partecipa a quella", e non mi piacciono neanche i suoi post (come ti ho detto in alcune mail), perchè a volte si contraddicono e sono populisti. Ma ti dico che lì è stato diverso, è stata come una "festa", come ho scritto si applaudiva per il valore delle parole dette, non per il nome. E Grillo ha parlato poco, anzi pochissimo, tipo 20 minuti in tutto. Sto provando a dirti in tutti i modi di andare oltre, ma se non ne vuoi sapere pazienza, non ho voglia di discutere a vuoto.
Comunque non lo vorrei neanche in politica, voglio qualche tecnico in più in politica. Voglio che un economista faccia il ministro dell'economia, che un magistrato faccia il ministro della giustizia, che un poliziotto o qualcosa del genere faccia il ministro degli interni eccetera eccetera. Ma dato che i cittadini come mezzo più immediato per farsi ascoltare hanno le manifestazioni, ben venga questa. Non può certo essere isolata (ho scritto anche questo), ma le risposte dal mondo politico hanno dimostrato che è necessario che qualcuno finalmente manifesti la sua delusione. E comunque non sapevo che Grillo fosse stato condannato, questo è gravissimo, ma in ogni caso non credo voglia veramente entrare in politica.
Se comunque in Italia ci fosse un'informazione degna di tale nome non servirebbe niente del genere.

lale said...

OK andiamo per punti


-Tu hai scritto:Non ti ho detto di non essere puntiglioso, ti ho chiesto di guardare al di là di questi tre punti.

Questi sono i punti di una legge anticostituzionale perché va a ledere la libertà della persona stessa. Chiunque dopo aver pagato in prima persona per un reato commesso è un uomo LIBERO , la legge che TU hai firmato classifica cittadini di serie A e di serie B.

-Tu hai scritto: Ti ho chiesto di non pensare solo a Grillo ma di quello che si è vissuto lì

Un talk-show è la stessa cosa.
Gino strada è stato ospite più volte di “Che tempo che fa”
I ragazzi di Locri da Costanzo
I signori Aldrovanti erano ospiti in una trasmissione su Rai Tre. In questo momento sulla vicenda c’è un processo. I processi in piazza invece mi fanno schifo. Hai parlato di platea democratica, mi sarebbe piaciuto che ci fosse stato anche un palco democratico dove le due campane potessero essere ascoltate. (anche se quello non era il luogo)

-Tu ha scritto: E io non sono mai andata a un suo spettacolo e non intendo neanche farlo perchè non spendo soldi per sentirmi dire "devi fare questo e quello, partecipa a questa petizione, partecipa a quella", e non mi piacciono neanche i suoi post (come ti ho detto in alcune mail), perchè a volte si contraddicono e sono populisti.

Concordo.

-Tu hai scritto: Ma ti dico che lì è stato diverso, è stata come una "festa", come ho scritto si applaudiva per il valore delle parole dette, non per il nome. E Grillo ha parlato poco, anzi pochissimo, tipo 20 minuti in tutto.

Chi ha organizzato il V day? Grillo o mia sorella? Ti assicuro che se lo avesse organizzato mia sorella ci sarebbero state molte meno persone. Il fulcro era Grillo. Il protagonista di una storia si valuta dall’importanza del suo ruolo e non solo dal numero di scene in cui appare.

-Tu hai scritto: Sto provando a dirti in tutti i modi di andare oltre, ma se non ne vuoi sapere pazienza, non ho voglia di discutere a vuoto.

No comment

-Tu hai scritto:
Comunque non lo vorrei neanche in politica, voglio qualche tecnico in più in politica. Voglio che un economista faccia il ministro dell'economia, che un magistrato faccia il ministro della giustizia, che un poliziotto o qualcosa del genere faccia il ministro degli interni eccetera eccetera. Ma dato che i cittadini come mezzo più immediato per farsi ascoltare hanno le manifestazioni, ben venga questa. Non può certo essere isolata (ho scritto anche questo), ma le risposte dal mondo politico hanno dimostrato che è necessario che qualcuno finalmente manifesti la sua delusione.

Ho già detto che la crisi della politica ci combatte con la protesta ma anche con la proposizione. Se quella legge discriminatoria è il primo passo….non riesco ad immaginare il secondo.
Grillo racconta che Prodi vive in macchine blindate e uffici blindati. Per il sottoscritto può andare anche in cessi blindati, piuttosto che stringere mani , tirare pacche sulle spalle e raccontare barzellette come faceva lo stempiatino di Arcore.

-Tu hai scritto: E comunque non sapevo che Grillo fosse stato condannato, questo è gravissimo

Per me non è gravissimo ,se ha pagato il suo conto con la società.

-Tu hai scritto: Se comunque in Italia ci fosse un'informazione degna di tale nome non servirebbe niente del genere.

Concordo…però l’alternativa non è la gogna mediatica stile www.beppegrillo.it


Ciao Ale

Sar@ said...

Bè pensala come vuoi, io la penso così, e ho raccontato quello che ho vissuto. Se poi perchè a te non piace Grillo devi metter su tutta sta scena mi spiace ma non ho voglia di andare oltre (come ho già scritto nello scorso post). Dato che è l'unico concetto per cui hai scritto no comment è anche l'unico che scrivo adesso. Anzi no, ne aggiungo un altro, cioè che mi piacerebbe poter discutere civilmente e con toni pacifici con le persone con cui non sono d'accordo, e tante volte mi è capitato, si finisce la discussione arricchiti. Vai sul sito di Grillo a criticarlo se vuoi qui sul mio blog si è già discusso inutilmente per abbastanza tempo.