18.2.08

Un weekend da fuoco sulla neve!


Sabato: Armin Zoeggeler (detto Arminator, che è anche più facile da pronunciare) vince la sua settima Coppa del Mondo. Conosciuto dai più durante le olimpiadi invernali di Torino 2006, in realtà ha vinto di tutto, compresi il bronzo a Lillehammer, l'argento a Nagano, l'oro a Salt Lake City, cinque ori modiali e tre bronzi (di cui l'ultimo poco fa). E' uno dei massimi interpreti di quelli disciplina da pazzi, in cui bisogna stare coricati a cinque centimetri dal ghiaccio che, come tutti sanno, non è la cosa più tiepida e morbida del mondo. Uno dei migliori in quella disciplina che "speriamo che vada tutto bene", in quella disciplina che chissà come faranno a pennellare quelle curve coricati su una tavoletta con sotto due lamine. Ha 34 anni, ha già prenotato le prossime olimpiadi, e chissà che non riesca a eguagliare Markus Prock, capace di vincere 10 coppe del mondo. Questo è praticamente l'unico record che gli manca.



Domenica: slalom maschile a Zagabria, su quella collinetta cittadina che però richiama tanti appassionati.
Moelgg, complice un errore, finisce la prima manche al 30° posto. Grange, leader di specialità, termina la prima manche ventesimo. Rocca è quarto. Comincia la seconda manche, Moelgg recupera, finisce 13°, Grange esce, Benny Raich esce (è in un periodo in cui ogni piccolo errore lo fa uscire di pista, lui dice che è colpa dei materiali ma non è possibile, perchè se mai quelli ti fanno rallentare, non cadere sempre!), ergo Moelgg recupera punti su Grange e ne guadagna su Raich.
Poi arriva il momento di Rocca, sta continuamente migliorando, lo stile sta tornando quello sciolto e pulito che ci ha regalato tante soddisfazioni. Conferma il quarto posto, avvicinandosi così al podio. Finalmente, serviva il suo recupero, il fatto che sia graduale e sempre progressivo fa ben sperare! Questo piazzamento gli consentirà anche di migliorare il pettorale (domenica è partito col 19), un piccolo vantaggio in più da sfruttare.

Insomma ancora grandi prestazioni, gli sport invernali ci regalano sempre soddisfazioni!


OKNotizie
Ti piace questo post? Votalo su OKNotizie!

4 comments:

Agamagra Blackray said...
This comment has been removed by a blog administrator.
Luca said...

Lo batte lo batte. Se continua lo batte! E osceno (perchè putroppo è vero) che Arminator sia stato "conosciuto" dai più alle Olimpiadi di Torino,e solo perchè italiane. Si sa tutto di un Nocerino mediocre(e parlo da juventino) che viene investito da una macchina a Torino e salterà qualche partita di campionato e si conosce poco o nulla di questo fenomeno cristallino. Ah, l'Italia! Bel post Saretta. un abbraccio, Lu

Luca said...

Lo batte lo batte. Se continua lo batte! E osceno (perchè putroppo è vero) che Arminator sia stato "conosciuto" dai più alle Olimpiadi di Torino,e solo perchè italiane. Si sa tutto di un Nocerino mediocre(e parlo da juventino) che viene investito da una macchina a Torino e salterà qualche partita di campionato e si conosce poco o nulla di questo fenomeno cristallino. Ah, l'Italia! Bel post Saretta. un abbraccio, Lu

Sar@ said...

Ah si? Non sapevo di Nocerino! Basta non guardare più studio aperto, i tg e la pagina 201 di televideo per non sapere più le inutilità calcistiche, poi ci si sente moooolto meglio!
Grazie dei complimenti e dei commenti!!