12.3.08

Gli sport invernali sono ufficialmente tornati!

Che Italia ragazzi! Partiamo dall'inizio...



Il primo marzo Heel, partito col pettorale 26, aveva vinto la discesa libera di Kvitfjell finendo davanti a Bode Miller. Un grande risultato, se si pensa che l'ultimo italiano a vincere in discesa era stato Cristian Ghedina. Lui alla fine della gara ha commentato: «Per la prima volta ho fatto una discesa senza sbagliare. Pazzesco, sono arrivato primo! Non ci credo ancora, devo capire come ho fatto a far segnare questo tempo. Certo è che finalmente non ho sbagliato nulla, ma proprio nulla». Già. Di solito faceva bene la partenza e sbagliava a metà. Oppure partiva male e tirava dopo. «Ho imparato a vincere», e ride. Poi si corregge, perché alle luci della ribalta non è abituato. «Voglio dire, sono cresciuto. Con l'esperienza ho capito come si gestisce una gara. Prima non l’avevo mai capito».













Poi lo scorso weekend Nadia Fanchini è arrivata terza nella discesa di Kraniska Gora (Slovenia), e Manfred Moelgg e Massimiliano Blardone sono arrivati rispettivamente secondo e terzo nel gigante.
Si cominciava a pensare alla "maledizione" del secondo posto per Moelgg...


E invece, il giorno dopo in speciale ha dimostrato finalmente di poter arrivare davanti a tutti! Già in testa dopo la prima manche, c'ha fatto soffrire nella seconda, per qualche istante si è "appoggiato" tenendoci col fiato sospeso. Ma ha mantenuto il vantaggio e ha vinto!
Tra l'altro Grange, il leader della coppa di specialità dello slalom, è arrivato quarto, e quindi Moelgg ha recuperato punti (adesso è a -21). Si giocheranno tutto in queste finali di Bormio!
L'azzurro dopo la gara ha dichiarato: "Non ho mai dubitato che questa vittoria sarebbe arrivata: sapevo che prima o poi sarebbe toccato a me e nonostante le nuvole oggi per me è una giornata piena di sole. Sono davvero contentissimo. La cosa più importante è che sono sempre rimasto tranquillo, al cancelletto della prima come nella seconda. Ho anche fatto un errore, ma ho sempre attaccato. Volevo vincere a tutti i costi e ci sono riuscito, che bello".
Infine l'azzurro volge lo sguardo alle finali di Bormio: "Il mio pensiero è già a Bormio - ha concluso Moelgg -, la stagione non è finita e voglio giocare tutte le mie carte sulle piste di casa. Posso ancora fare risultati importanti e non lascerò niente di intentato. Ce la metterò tutta fino all'ultima porta. Ci sarà da divertirsi".
Inoltre ricordiamo Denise Karbon, capace di vincere la Coppa di specialità in gigante, che a Bormio cercherà di chiudere la stagione in bellezza...


Sempre lo scorso weekend si sono disputati i mondiali di pattinaggio di velocità a Nagano, dove Fabris è arrivato secondo nei 5.000 metri ed è arrivato anche l'argento nella prova a squadre dietro una spettacolare Olanda.

Insomma, una grande Italia, finalmente sono tornati alla ribalta gli sport invernali, finalmente possiamo gioire per questi atleti. E tutto questo è successo in una stagione in cui si sono palesate importanti carenze economiche dovute alla mancanza di finanziamenti adeguati, eppure tutti, dai tecnici ai preparatori agli atleti, hanno dato il massimo.



OKNotizie
Ti piace questo post? Votalo su OKNotizie!

1 comment:

Ditaur said...
This comment has been removed by a blog administrator.